Nonnastella.com
Accedi | Registrati
Il progetto Video ricette La community Aggiungi video Il blog  
  Home > Ricette > Coda alla vaccinara primo e secondo

CODA ALLA VACCINARA PRIMO E SECONDO

  • CODA ALLA VACCINARA PRIMO E SECONDO

    ../writable/fotoricette/coda in tegame rid per NS.jpg

    CODA ALLA VACCINARA PRIMO E SECONDO
  • CODA ALLA VACCINARA PRIMO E SECONDO

    ../writable/fotoricette/agiungi la cipolla rid perNS.jpg

    CODA ALLA VACCINARA PRIMO E SECONDO
  • CODA ALLA VACCINARA PRIMO E SECONDO

    ../writable/fotoricette/cuocere con la pass.rid per NS.jpg

    CODA ALLA VACCINARA PRIMO E SECONDO
  • CODA ALLA VACCINARA PRIMO E SECONDO

    ../writable/fotoricette/il primo rid per NS.jpg

    CODA ALLA VACCINARA PRIMO E SECONDO
  • CODA ALLA VACCINARA PRIMO E SECONDO

    ../writable/fotoricette/il secondo rid perNS.jpg

    CODA ALLA VACCINARA PRIMO E SECONDO


Aggiungi ai tuoi preferiti   Segnala ad un amico    Stampa ricetta

Ingredienti
Coda di manzo 2KG
Cipolla una
Aglio 2/3 spicchi
Sedano 3/4 coste
Olio extraverginw di oliva
Passata di pomodoro una
Pelati un barattolo
Pecorino grattugiato

Descrizione
CODA ALLA VACCINARA piatto regale
Pranzo completo! PRIMO E SECONDO

Si prende una grossa coda di bue o due medie, per 4/6 persone ci vogliono due kg. di coda, tanto se avanza(credetemi non avanza) la mangiate il giorno dopo. Farla tagliare dal macellaio a pezzi detti ROCCHI.

Lavarla bene sotto l’acqua corrente per eliminare ogni traccia di sangue.

In un grosso tegame ,con l’ olio necessario , fate ben rosolare la coda e appena è evaporato il liquido emesso,aggiungere una bella cipolla tritata con due/tre spicchi di aglio, rosolare ancora, salare e pepare.

Aggiungere un bicchiere di vino bianco secco , coprire il tegame e lasciar cuocere per 15 minuti.

Subito dopo aggiungere una bottiglia di passata di pomodoro e un barattolo di pomodori pelati, coprite il tutto con acqua calda fino a fino a ben coprire i rocchi. Incoperchiate e mandate avanti la cottura a fuoco moderato per un paio di ore circa e comunque fino a quando la carne si distacca bene dall’osso. Se il sugo risultasse troppo liquido alzare la fiamma e far restringere fino a raggiungere la densità desiderata.

Separatamente, intanto, avrete dato una mezza cottura ai gambi di sedano, tagliati a pezzi di circa 5 cm,che aggiungerete alla coda negli ultimi 15 minuti.

In fine il sugo non dovrà essere troppo denso.
Come abbiamo detto all’inizio con questa preparazione, vanto della tradizione romana, preparerete anche un indimenticabile primo.

Rigorosa la pasta corta, penne o meglio rigatoni, con abbondante pioggia di pecorino.

Per restare nel Lazio, accompagneremo il tutto con un ottimo vino rosso suggerisco: Cesanese del Piglio.

PROVARE PER CREDERE!

Braci e abbracci da “egidiobarese di bari” cuoco imperfetto.







Commenti
lombatamy
ha scritto il  25/12/2010
buon natale e una ricetta ke mi ricorda tanti belle ricorde grazie . faro una ricetta ma diversa . communque e una delizia .



egidiobaresedibari


Difficoltà  ricetta: media
Tempo: 180'
Provenienza: Roma
Voti: 3,5
Visto: 4809
Pubblicata il 11/12/2010

TAG
Roma coda rigatoni pomodoro
 
Altri video dell'utente
Video correlati
Ultimi arrivi
Contattaci | Condizioni | Privacy    Copyright © 2012 Nonnastella.com Tipici | Siti amici | Newsletter | Mappa del sito
 
logo ministero della regione puglia      logo dei principi attivi
Vincitore del concorso Principi Attivi - Giovani Idee per una Puglia Migliore


Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.